Limbo

É da tempo che non scrivo, non so neanche io bene perché.

É un brutto momento.

Circa un mese fa sono stata licenziata e sono in disoccupazione.

Mi sento affranta, stanca, svuotata e piena di ferite esposte.

Non sto così tutti i giorni ma spesso e il mese previo alla perdita del lavoro è stato anche peggio.

Mi sento sospesa, come se fossi un palloncino che rimane ancorato a terra solo perchè è attaccato a un filo.

Il mondo continua a girare come una giostra e io lo osservo dalla finestra e sento solo nausea e mal di mare.

Mi nascondo dalle chiacchiere e dalle parole, mi nascondo un po’ da tutti, tranne da amiche selezionatissime e dal mio P., che nonostrante tutto mi sopporta sempre.

Non importa quanto diventi irritabile, irragionevole, francamente insopportabile. É proprio quando tocco il fondo, soprattutto quando tocco il fondo, che mi prende per mano e mi ricorda che lui è lì con me e mi ama.

Mi sento fortunata per avere accanto una persona che mi ama così tanto, più e meglio di quanto sappia farlo io, e mi terrorizza aggrapparmi così tanto a lui, io che ho sempre amato l’immagine indipendente di me stessa che ho creato nella mia testa, che poi nulla ha a che vedere con la realtà.

Insomma, sono un casino.

Da un paio di mesi vado da una psicologa, che si spera mi aiuti a tirare fuori i piedi da questa melma limacciosa che mi paralizza da anni e che negli ultimi mesi è diventata cemento.

Per ora vi lascio così.

Besos, Deli

4 pensieri riguardo “Limbo

  1. Innanzitutto, un abbraccio per quanto niente possa aiutare.
    Perdere un lavoro non è mai facile e credo sia normale sentirsi uno schifo e aggrapparsi a chi ci sta vicino. Fra P. e la psicologa dovrebbero aiutarti (in maniera diversa) a uscire da questo periodo del piffero. Vorrei “coraggio!” ma non si può essere sempre coraggiosi, quindi prenditi tutto il tempo essere fiacca, lamentosa e quant’altro. Besos.

    "Mi piace"

  2. Dispiace non leggerti – detto da una che non scrive dal terzo lockdown…- e dispiace sapere delle difficoltà che stai attraversando. Prenditi il tempo che serve, questi ultimi due anni ci hanno sfibrato più di quanto immaginiamo. Un abbraccio forte 😉

    "Mi piace"

  3. Sono momenti duri , difficili tanto da renderci più vulnerabili. Per fortuna hai qualcuno vicino che ti ama e sostiene, quindi puoi ritenerti fortunata. Ti dico solo una cosa, passerà anche questo momento e tu sarai più forte di prima!!!! Un abbraccio carissima ,Ciao!!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...