I am still alive

Torno a farmi sentire dopo un’assenza lunghissima da questi schermi per dichiarare che sono sopravvissuta a questo intenso mese d’agosto.

Ci eravamo lasciati a inizio agosto, due settimane prima della mia partenza per le vacanze in Italia, in piena crisi lavorativa post-licenziamento.

I primi 15 giorni di agosto sono stati turbolenti dal punto di vista emotivo. Mi era stato appena detto che non mi avrebbero rinnovato il contratto di lavoro e stavo tentando di capire se l’altra azienda in cui avevo fatto un colloquio a luglio mi avrebbe assunta a partire da settembre con uno stipendio migliore.

Ma non anticipiamo i fatti.

Nei primi quindici giorni di agosto ero in crisi nera, l’azienda non mi diceva nulla ed ero stressata all’idea del viaggio in Italia, sia per l’altalena emotiva che comporta tornare a casa che per le varie scartoffie covid (quest’ultima ansia é stata amplificata a dismisura dall’ex-collega sopranniminato ansiogeno che, in procinto anche lui di tornare in Italia, malinterpretava tutte le indicazioni sanitarie facendomi dubitare di me stessa e inducendomi a credere di dover fare mille tamponi).

Sono sopravvissuta trascinandomi in spiaggia quando le paranoie prendevano il sopravvento e usando Netflix per una media di 10 ore al giorno).

Il rientro in Italia, invece, alla fine, é stato bellissimo. Ho passato momenti stupendi con la mia nipotina, godendomi le sue risate infantili e i mille abbracci e temendo l’arrivo della temutissima adolescenza che ormai é alle porte. La prossima volta che tornerò é facile che sia già fidanzata. Lì saprò definitivamente di essere vecchia.

Sono uscita con mio padre per le passeggiate serali nei campi, ho cucinato con mia mamma, ho riso a crepapelle con Ju, Debbi e Michi circondata da gattini e musica, ho cenato pizza (deliziosa pizza italiana!) a casa di mia sorella, ho fatto le 5 del mattino a chiacchierare con Debbi sul terrazzo di casa sua, ho rivisto l’amico d’oltremanica e ho persino rivisto Valentina dopo secoli di silenzio, scoprendo che anche se si preme il tasto ‘pausa’ le amicizie vere restano sempre lì, piene di affinità e risate.

Sono stata felice.

Così felice che per la prima volta in 6 anni da expat ho pensato, forse per la prima volta, di voler tornare. L’idea di tornare a un futuro incerto ha sicuramente influito nel desiderio di voler tornare indietro. Chissà, forse un giorno…

Ora, però, sono passate due settimane, e sono reduce dalla mia prima settimana in un lavoro nuovo.

Ebbene sí, l’azienda mi ha assunta, anche se lo stipendio rimane quello indicato al colloquio (buono, ma non quanto il vecchio).

E niente, la scorsa settimana ero (manco a dirlo) super in ansia ma nel week-end mi son fatta forza e ho preparato tutto per iniziare col piede giusto: cibo in quantità da portare al lavoro per pranzare fuori, casa ordinata per riordinare la mente, macchina lavata per far buona impressione e un outfit preparato per ogni giorno per evitare crisi esistenziali mattutine davanti al guardaroba.

E ragazzi, per ora, come recita il titolo, sono ancora viva!

Sono ancora spaesatissima, ovviamente, e conosco solo una manciata di colleghi. Il lavoro sembra interessante. Il carico di lavoro é grande e i ritmi sono acceleratissimi, il che é un cambiamento rispetto al lavoro precedente, in cui passavo ore fissando il monitor con occhio vitreo senza nulla da fare.

Potrebbe essere un bene o un male. L’assenza di cose da fare distrugge l’anima e rende la giornata lavorativa eterna. L’eccesso, però, può essere ugualmente devastante.

Bisognerà attendere e vedere come va.

Besos, Deli!

7 pensieri riguardo “I am still alive

  1. benissimo!! Vedi che alla fine tutte le tue paranoie sono state inutili. Te lo dicevo io di essere ottimista e di credere in te stessa per quanto riguarda il lavoro! In bocca al lupo per il nuovo percorso 🤞🤗👍 riguardo l’Italia, chissà, magari in futuro tornerai a vivere qua, mai dire mai..
    Un caro abbraccio 🤗👍👍👍

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...